Iscriviti alla newsletter

Parliamo di…

Libri / Gatto /

Vero o falso? Tutto quello che dovete sapere sul comportamento alimentare del gatto

Grazie all’aiuto della dottoressa Silvia Miretti, medico veterinario, professore dell’Università degli Studi di Torino scopriamo le abitudini comportamentali del gatto quando mangia.

Il gatto non ama mangiare in luoghi di passaggio.

Vero. Come la lettiera (leggi qui) anche il posto dove si sceglie di mettere la ciotola del gatto deve essere sicuro e tranquillo (evitare zone di passaggio per esempio corridoio, entrata, ecc.). Durante il pasto il gatto abbassa le proprie difese per questo ha bisogno di un luogo che sia appartato e al sicuro da eventuali predatori. Evitate quindi di mettere la ciotola con il cibo all’esterno perché attira altri animali che potrebbero trasmettere malattie al vostro gatto.

I gatti amano mangiare insieme.

Vero e falso. Dipende dalle abitudini del gatto e dalla quantità di cibo a disposizione. Ci sono gatti che preferiscono la privacy e altri che non disdegnano la compagnia dei loro simili. Se per esempio un gatto è adulto e ha sempre mangiato per conto suo, l’arrivo di un altro gatto più giovane potrebbe infastidirlo, causargli stress e la conseguente perdita di appetito. Sicuramente quando due o più gatti mangiano nello stesso posto preferiscono tenere una certa distanza tra l’uno e l’altro. Tale distanza è della misura di un altro ipotetico gatto fra di loro.

I gatti amano mangiare dalla propria ciotola.

Falso. Il gatto diversamente dal cane non ha territorialità rispetto alla ciotola.

Il gatto ha bisogno di mangiare frequentemente.

Vero. Il gatto preferisce fare piccoli pasti più volte al giorno, anche 10/12. Si consiglia dunque di lasciare il cibo sempre a disposizione, in questo modo il gatto si regolerà in base alle necessità. Tuttavia in base all’età alla corporatura e a particolari condizioni fisiche del gatto anche voi cercate di scegliere cibi adatti da distribuire nell’arco della giornata o utilizzare arricchimenti ambientali (per esempio food puzzle) adeguati.

Curiosità: Cosa sono i food puzzle?

Sono giochini che si possono anche creare in casa, di varie forme e dimensioni grazie ai quali il gatto deve “conquistarsi” il cibo. Si tratta di un vero e proprio rompicapo che aguzza l’ingegno del micio per trovare il cibo che avrete nascosto. Sono un ottimo stimolo poiché tengono il gatto attivo anche a livello mentale, inoltre risultano utili per “distrarlo di tanto in tanto” nella sua ricerca continua del cibo.

Il gatto che mangia troppo perde l’istinto predatorio.

Vero. Nel gatto ipernutrito cala l’attività predatoria. Per questo è bene fare attenzione al quantitativo di cibo che gli si lascia a disposizione. Con cibo in abbondanza chi glielo fa fare di andare a caccia? Il gatto s’impigrisce e mette su peso.

Il gatto domestico richiede continuamente cibo per attirare l’attenzione.

Vero. A volte i gatti miagolano in continuazione o ci disturbano, specialmente di notte, grattando a ipotetiche porte chiuse, saltando sul letto, facendoci lo shampoo … e noi pensiamo che abbiano fame, così ci alziamo e soddisfiamo la richiesta che si ripeterà anche nei giorni successivi solo per attirare la nostra attenzione. Ricordate che sono furbetti travestiti da soffici gattini indifesi, non hanno veramente fame, vogliono soltanto la nostra attenzione

Curiosità… Il comportamento alimentare del gatto

Ogni gatto ha un diverso comportamento alimentare. C’è quello che si accovaccia e mangia il cibo direttamente dalla ciotola. C’è il gatto che preferisce tirare fuori il cibo dalla ciotola con la zampa, appoggiarlo a terra e poi mangiarlo. E c’è pure il gatto che mangia con le zampe: prende il cibo dalla ciotola, si siede sulle zampe posteriori e si nutre con quelle anteriori come se fosse un essere umano.

La foto utilizzata è a puro scopo redazionale. Foto di Konstantinos Feggoulis on unsplash.com



Iscriviti alla newsletter
30 settembre 2019
# gatto, comportamento, alimentare,

PILLOLE DI BENESSERE

I benefici (che non conoscevi) della carne di maiale per cane e gatto

  La carne di maiale può essere un ottimo sostituto della carne di manzo. Inserire questa carne nell’alimentazione del cane e del gatto è possibile. Vediamo come farlo e quali sono i suoi benefici. La carne di maiale può inserirsi benissimo nella dieta di cane e gatto. L’importante è scegliere la giusta preparazione di questa succulenta carne, privilegiando i prodotti cotti nel modo corretto e che utilizzino tagli freschi e magri.…

Continua a leggere

SPECIALE

Stai per adottare un cucciolo?

Tutte le nostre guide per aiutarti a capire il cane e il gatto

AFORISMI

"Sono come un gatto e mi piace lavorare a casa."

Ferzan Özpetek

LIBRI

dizionario cane

Più che raccontare ci aiuta a comunicare con gli oltre sette milioni di cani che vivono nelle nostre case.

Continua a leggere