Parliamo di…

Curiosità /

Il sushi fa bene o male al gatto?

Il sushi è un piatto sempre più apprezzato, capace di solleticare ogni tipo di palato. Essendo di fatto pesce crudo, spesso ci si chiede se lo si possa dare anche al nostro gatto, ma in realtà come vedremo non è propriamente consigliato.

Si può dare il sushi al gatto?

Il sushi si compone di soli due ingredienti, ovvero il pesce e il riso. Non è affatto semplice calcolare con precisione i valori nutrizionali che sono contenuti al suo interno, ma di una cosa siamo assolutamente certi, ovvero il riso non fa bene al nostro gatto e su questo non si discute.

Il motivo è molto semplice, il gatto è un animale carnivoro e quindi la dieta adatta a lui è soprattutto a base di proteine. Mentre è risaputo che il riso fa parte dei carboidrati, ed è ecco spiegato il perchè non fa bene al nostro gatto.

Una dieta eccessivamente ricca di carboidrati può avere degli effetti estremamente negativi sulla salute del gatto che, tra le altre cose, potrebbe aumentare di peso in maniera esagerata fino ad arrivare a sviluppare una vera e proprio obesità. Quest’ultima, lo ricordiamo, può portare a conseguenze ancora più gravi come diabete, malattie cardiovascolari, problemi alle ossa e, nei casi peggiori, anche il cancro.

Posso dare il pesce crudo al gatto?

Anche in questo caso dobbiamo dare una brutta notizia, infatti il pesce crudo del sushi non va affatto bene per il nostro gatto. Attenzione, non dimentichiamoci che il pesce comunque è un alimento che ha delle proprietà benefiche, però per il gatto non è certo indicato.

Infatti, il pesce crudo può nascondere diverse insidie che possono portare il nostro gatto a sviluppare delle conseguenze estremamente preoccupanti.

Parassita Anisakis

Uno dei parassiti più pericolosi prende il nome di anisakis e può attaccare il pesce e, di conseguenza, trasmettersi anche verso chi lo consuma, quindi l’umano ma anche i nostri amici a quattro zampe.

Se il pesce crudo non viene abbattuto, quindi, il parassita può attaccare il nostro gatto facendo insorgere diversi sintomi, che possono comparire subito o anche a distanza di alcuni giorni, come diarrea, vomito e perdita di peso.

Altri rischi

Oltre al parassita di cui abbiamo parlato, il pesce contiene anche mercurio che, se supera una certa quantità, può provocare danni ai gatti.

Tra i rischi più importanti troviamo anche quello chiamato ipovitaminosi. Il pesce crudo infatti contiene le tiaminasi che purtroppo abbassano i livelli di vitamina B1 comportando, alla lunga, problemi di natura neurologica.

In sostanza, possiamo dare il sushi al gatto o no?

Sintetizzando al massimo possiamo tranquillamente dire che è meglio non dare il sushi al gatto. I potenziali rischi sono troppo elevati e al massimo possiamo fargli assaggiare una piccolissima quantità, giusto per non lasciarlo a bocca asciutta.
Da evitare anche le salse e le creme speziate.



Iscriviti alla newsletter
20 luglio 2022

PILLOLE DI BENESSERE

I benefici (che non conoscevi) della carne di maiale per cane e gatto

  La carne di maiale può essere un ottimo sostituto della carne di manzo. Inserire questa carne nell’alimentazione del cane e del gatto è possibile. Vediamo come farlo e quali sono i suoi benefici. La carne di maiale può inserirsi benissimo nella dieta di cane e gatto. L’importante è scegliere la giusta preparazione di questa succulenta carne, privilegiando i prodotti cotti nel modo corretto e che utilizzino tagli freschi e magri.…

Continua a leggere

SPECIALE

Stai per adottare un cucciolo?

Tutte le nostre guide per aiutarti a capire il cane e il gatto

AFORISMI

"Un piccolo gatto trasforma il ritorno in una casa vuota nel ritorno a casa."

Pam Brown

LIBRI

Che ci sia il sole o la pioggia i nostri cani amano andare a passeggio, ma come pulirgli le zampe al rientro in casa? In questo articolo vi spieghiamo come prendervi cura dell’igiene delle zampe di fido! Il vostro cucciolo ama fare lunghe passeggiate e voi siete felici di accompagnarlo. Che fuori ci sia il sole o la pioggia, al rientro a casa voi potete togliere le scarpe, ma come…

Continua a leggere