Iscriviti alla newsletter

Parliamo di…

Buoni consigli /

Perchè il gatto si gonfia e si mette “tutto storto”?

Avete mai visto il vostro gatto “storto”, con la gobba e la coda ritta tutta gonfia?  Cosa significa questo atteggiamento? Vediamolo in questo articolo!
Gatto con coda gonfia e schiena inarcata

Il gatto minaccioso con la gobba, la coda dritta e il pelo tutto gonfio è la tipica immagine che troviamo, ad esempio, nel periodo di Halloween o quando l’immagine del gatto è associata al mito delle streghe.

Ma cosa significa quando un gatto assume simili atteggiamenti? È davvero un segno di pericolo?

I felini possono assumere questi atteggiamenti in diverse circostanze, con significati anche diametralmente oppostiChi ha avuto l’opportunità di crescere un gatto fin dai suoi primi mesi di vita, lo avrà visto numerose volte saltellare tutto storto, magari con la gobba e il pelo dritto sulla schiena. Molto spesso quando un cucciolo assume questa posizione sta solamente giocando, soprattutto se saltella lateralmente. È un atteggiamento che il piccolo micio adotta istintivamente.

Da adulto il gatto assumerà la stessa posizione quando si sentirà intimorito da qualcosa o quando starà per sferrare un attacco difensivo.  Raramente lo farà ancora per gioco, ma alcuni mici particolarmente giocherelloni non perderanno questa abitudine neanche in età adulta.

Non dimenticate, inoltre, che grazie alla grande flessibilità della sua spina dorsale un gatto, spesso e volentieri del tutto rilassato, alza la gobba quando si sta stiracchiando dopo un bel sonnellino. In questo caso il micio è del tutto innocuo. 

Come distinguere se il gatto ha paura o se sta per attaccare?

Con gli animali il linguaggio del corpo parla per loro e noi dobbiamo impara a comprenderlo al meglio.

gatto-inarcato-percheSe il gatto assume la gobba sulla schiena, ha la coda abbassata e si mette a camminare lateralmente, probabilmente è intimorito da qualcosa.

Alzare la gobba e rizzare il pelo serve al micio per apparire più grosso, con l’intento di spaventare qualunque cosa lo stia facendo sentire minacciato. Camminando lateralmente il nostro felino non vuole fare altro che accentuare il suo messaggio di avvertimento. In questa fase il gatto non vuole ancora essere aggressivo, ma sta mandando un messaggio: “Mi hai spaventato! Lasciami stare e non ti accadrà niente!

Se il gatto ha gobba, pelo dritto, coda in verticale gonfia e orecchie abbassate

Diverso il caso in cui oltre alla gobba e al pelo dritto, il gatto abbia anche le orecchie abbassate e la coda gonfia in posizione verticale, questi sono i primi segni che sta per attaccare. Se poi lo sentiamo anche soffiare”, o ringhiare alla maniera dei gatti, allora è davvero il momento di non disturbarlo se non vogliamo trovarci con qualche graffio! 

Quest’ultimo è l’atteggiamento riportato nell’iconografia di Halloween: un gatto che ora sappiamo essere più sulla difensiva che volutamente minaccioso

Il vostro gatto si è mai messo tutto storto e con la gobba? Stava giocando oppure era spaventato da qualcosa? Scriveteci le vostre storie nei commenti di Facebook!



Iscriviti alla newsletter
19 maggio 2020

PILLOLE DI BENESSERE

Processionarie: un pericolo per cani e gatti

Possono sembrare degli innocui bruchi pelosi, ma le processionarie sono coperte di peli urticanti e possono rappresentare un pericolo per la salute di cani e gatti.     In questi primi giorni di primavera è facile trovare le processionarie in giro, soprattutto nei pressi di grandi alberi come pini, cedri e querce, dove sono solite fare i loro bozzoli simili a soffici cumuli di cotone.   L’aspetto piccolo e innocuo…

Continua a leggere

SPECIALE

Stai per adottare un cucciolo?

Tutte le nostre guide per aiutarti a capire il cane e il gatto

AFORISMI

"Se un pesce è l’incarnazione del movimento dell’acqua, il gatto è la materializzazione dell’aria."

Doris Lessing

LIBRI

Il gatto Norvegese delle Foreste ha origini antiche, compagno di leggendari guerrieri, ma dal carattere socievole e affettuoso. Scopriamo chi è il Norvegese delle Foreste! Per la sua spiccata intelligenza e propensione alla caccia, il gatto Norvegese delle Foreste, era il compagno preferito dai Vichinghi per le loro traversate in mare. Proprio grazie a questi viaggi con i leggendari guerrieri nordici, il gatto delle foreste norvegesi potrebbe essere il progenitore di…

Continua a leggere