Parliamo di…

Buone notizie / Cane /

Le api, l’ambiente e gli animali

 

In occasione della Giornata Mondiale delle Api, vi proponiamo un breve approfondimento su questi preziosi insetti. Le api sono a rischio di estinzione, soprattutto a causa dell’utilizzo eccessivo di sostanze chimiche e dell’urbanizzazione dei territori.

 

In questo articolo vedremo, attraverso i numeri e le statistiche, l’importanza delle api per il nostro ecosistema e il pericolo che stanno affrontando; scopriremo i benefici del miele, prodotto simbolo delle api, anche nel trattamento di cani e gatti; infine, vi daremo alcuni consigli da mettere in pratica nel caso il vostro cane si trovi ad avere a che fare con la puntura di un’ape.

L’importanza delle api: parlano i numeri

 

Le api sono impollinatori primari, essenziali per il nostro ecosistema e per la sopravvivenza della vita sulla terra, compresi animali e noi esseri umani.
Vi riportiamo qui alcuni numeri evidenziati dall’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale:

  • 40% è il numero di impollinatori (soprattutto api e farfalle) che rischiano di scomparire
  • il 70% delle piante sul nostro pianeta è impollinato dalle api domestiche e selvatiche
  • la produzione di circa l’80% delle 264 specie coltivate in Europa dipende da insetti impollinatori come le api

Tutelare questi insetti è fondamentale per l’ecosistema. Questi numeri dimostrano quanto gli impollinatori siano essenziali per l’agricoltura, oltre che per le piante selvatiche.

 

Alcune specie di api sono allevate (come l’Apis mellifera e l’Apis cerana), ma la maggior parte delle oltre 200.000 specie di apoidi sono selvatiche e hanno bisogno di essere tutelate per proteggerle dall’estinzione.

Il miele è prezioso anche per cani e gatti

 

Le api, oltre ad essere essenziali per l’ecosistema, ci forniscono prodotti preziosi, utilizzati da millenni sia in cucina che nella cura del corpo. Questi prodotti sono: il miele, il polline, la pappa reale, la propoli, la cera e persino il veleno.

 

Lo sapete che il miele è un ottimo ingrediente anche per i nostri amati animali? Sempre senza esagerare nelle quantità, le proprietà del miele tanto decantate per la cura delle persone, sono valide anche per il trattamento di cani e gatti.

 

Il miele, soprattutto quello grezzo, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, può essere dato al cane per il trattamento di diversi disturbi:

  • rinforza il sistema immunitario
  • aiuta la digestione
  • calma la tosse
  • riduce i disturbi legati all’artrite
  • per uso cutaneo, è utile nel trattamento di ferite e abrasioni

 

Il suo sapore zuccherino rende il miele particolarmente appetibile per gli animali e la sua somministrazione è molto semplice.

 

Attenzione a non esagerare! Il miele è un ingrediente piuttosto calorico: un cucchiaino prima delle attività di agility può essere adatto per rinvigorire il cane, ma è meglio non eccedere con le quantità.

Cosa fare se il cane viene punto da un’ape?

 

Proprio perché le api lavorano costantemente alla ricerca di nettare da un fiore all’altro e ai nostri amati pet piace correre spensierati nel verde, può capitare che alcuni incontri tra cani e insetti non siano dei più felici.

 

Succede, ad esempio, quando il cane viene punto da un’ape. Un’eventualità non così rara quando si tratta di belle e calde giornate, in primavere e in estate, ideali per le passeggiate al parco o in montagna.

 

Se il cane non soffre di particolari allergie, la puntura di un’ape o di una vespa gli causerà dolore, rossore, gonfiore e/o prurito localizzato. In questo caso verificate subito che il pungiglione non sia rimasto sottocute, nel caso cercare di estrarlo con delle pinzette pulite o chiedete aiuto al veterinario.

 

Diverso il caso in cui il cane è punto da più api simultaneamente, è punto all’interno della bocca o mostra segni di allergia. In tutti questi casi è importante rivolgersi immediatamente ad un veterinario, perché in caso di ostruzione delle vie respiratorie o di shock anafilattico l’animale potrebbe rischiare la vita.

I sintomi a cui prestare maggiore attenzione sono:

  • Malessere generalizzato
  • Vomito
  • Diarrea
  • Difficoltà a respirare

 

In questi casi, un intervento urgente e tempestivo è fondamentale per evitare la morte del cane.



Iscriviti alla newsletter
20 maggio 2021

PILLOLE DI BENESSERE

I benefici (che non conoscevi) della carne di maiale per cane e gatto

  La carne di maiale può essere un ottimo sostituto della carne di manzo. Inserire questa carne nell’alimentazione del cane e del gatto è possibile. Vediamo come farlo e quali sono i suoi benefici. La carne di maiale può inserirsi benissimo nella dieta di cane e gatto. L’importante è scegliere la giusta preparazione di questa succulenta carne, privilegiando i prodotti cotti nel modo corretto e che utilizzino tagli freschi e magri.…

Continua a leggere

SPECIALE

Stai per adottare un cucciolo?

Tutte le nostre guide per aiutarti a capire il cane e il gatto

AFORISMI

"Lasciate entrare il cane coperto di fango, si può lavare il cane e si può lavare il fango. Ma quelli che non amano né il cane né il fango quelli no, non si possono lavare."

Jacques Prevert

LIBRI

Come dobbiamo comportarci quando il gatto ci porta le prede appena cacciate in casa? Perché lo fa? Ve lo spieghiamo in questo articolo! Per quanto possa essere poco piacevole ritrovarsi davanti alla porta, se non addirittura sui tappeti o nel letto, le carcasse dei piccoli animali cacciati dal nostro gatto è bene ricordarsi di non reagire malamente nei suoi confronti. Cerchiamo piuttosto di capire le ragioni alla base di questo comportamento…

Continua a leggere