Come capire se il cane è depresso?

Un cane triste, apatico e depresso non si vorrebbe mai vedere. Questi animali sono molto sensibili, l’empatia è uno dei loro super poteri ed è ciò che da secoli li rende i fedeli compagni di vita di molti di noi. Di fronte a certe situazioni o cambiamenti, però, anche i cani possono avere dei cedimenti emotivi e in alcuni casi questi avvenimenti possono portarli a soffrire di depressione.

I segnali comportamentali

 

Siamo abituati a pensare ai cani come animali sempre allegri, che scodinzolano e amano stare al centro dell’attenzione facendosi coccolare dai propri umani preferiti.
Può accadere, però, che in seguito a certi avvenimenti il cane inizi a comportarsi in modo anomalo. Chi è attento e conosce bene il proprio pet si accorge subito quando qualcosa non va. Più difficile è, invece, per chi ha da poco un cane in custodia e non conosce ancora il suo comportamento abituale.
Di fronte a questi segnali comportamentali non esitate a chiedere consiglio al veterinario. Di seguito elenchiamo alcuni comportamenti anomali del cane che possono essere il segnale di diversi disturbi, tra cui l’ansia e la depressione:

  • Letargia
  • Inappetenza o troppo appetito
  • Mobilio o pantofole masticate
  • Scarso entusiasmo (soprattutto verso il padrone)
  • Sguardo basso

Quali sono le cause più frequenti

 

Il cane è un animale molto empatico e percepisce bene tutti i cambiamenti che avvengono attorno a lui.

Alcuni avvenimenti possono avere un grande impatto sullo stato emotivo del cane, tra i più comuni, ricordiamo:

  • La perdita di una persona o di un altro animale a cui era particolarmente legato
  • Cambiamenti radicali, come una nuova famiglia o una nuova casa
  • L’arrivo di un bebè
  • L’arrivo di un nuovo animale
  • Troppa solitudine
  • Una lite con altri animali o una situazione spiacevole
  • Ansia e stress
  • Malattia

Per ognuna di queste situazioni si possono mettere in pratica una serie di attività che coinvolgano il cane e che lo aiutino a ritrovare la voglia di socializzare e stare in compagnia. Valutate sempre con l’aiuto di un veterinario lo stato di salute del vostro cane, solo il professionista sarà capace di valutare la gravità della situazione e indicarvi il giusto percorso terapeutico.

 

Come aiutare il cane depresso

 

Con l’aiuto di uno specialista riuscirete a individuare le cause della depressione del cane e mettere in atto la giusta terapia. Nei casi più gravi, il veterinario potrebbe prescrivere l’uso di farmaci, ma spesso una buona terapia comportamentale può aiutare il cane depresso a ritrovare l’entusiasmo.
In generale, coinvolgere il cane in attività stimolanti, farlo giocare, portarlo a passeggio e coinvolgerlo in sessioni di addestramento lo aiutano a sentirsi meno solo e meno stressato. Quando i grandi cambiamenti, come l’arrivo di un bebè, di un altro animale o un trasferimento, sono prevedibili è possibile attuare alcuni comportamenti che aiuteranno il cane a adattarsi alla nuova realtà. Prevenire è sempre meglio che curare.

Non sottovalutate anche il potere dell’alimentazione. La qualità e la freschezza degli alimenti sono fondamentali per mantenere la salute del cane, non solo fisicamente, ma anche mentalmente. Il salmone, le uova e tutti gli alimenti ricchi di Omega 3, ad esempio, sono utili per il benessere sia fisico che mentale, grazie alla loro capacità di innalzare i livelli di serotonina (l’ormone della felicità). Attenzione, non date il cioccolato al cane per farlo felice, se è vero che funziona per noi esseri umani, in questo caso, non vale anche per gli animali: il cioccolato è un alimento tossico e potenzialmente letale per i cani. Confrontatevi sempre con il veterinario prima di introdurre nuovi alimenti nella dieta dei vostri Pet.

Disclaimer:
Questo articolo ha carattere esclusivamente informativo e divulgativo. Quanto scritto non intende in alcun modo sostituirsi al consiglio di uno specialista. Per qualunque diagnosi e terapia riguardo lo stato di salute dei vostri pet vi invitiamo sempre a rivolgervi al veterinario.